Archivio

Bioedilizia-Edilizia

1) Confort Abitativo
Le case in legno costruite seguendo i criteri della bioedilizia prevedono l’uso esclusivo di materiali naturali, che garantiscono un isolamento termico e acustico semplicemente ideale. Le condizioni di temperatura e umidità che i test hanno riscontrato nelle case permettono una qualità di vita in casa ottimale sia nei mesi caldi, grazie ai sistemi di areazione naturali alimentati da energie rinnovabili che di fatto rendono superfluo l’impianto di climatizzazione, sia nei periodi invernali, con un’oscillazione della temperatura interna ridotta al minimo anche in assenza di riscaldamento.
I materiali naturali utilizzati, inoltre, rendono l’aria che si respira all’interno di una casa in legno più salubre, grazie al tasso di umidità ottimale (grazie alle proprietà intrinseche del legno) e alla totale assenza di sostanze tossiche.
2) Consumi energetici
I vantaggi di un corretto isolamento termico, naturalmente, si traducono anche in una notevole riduzione dei consumi energetici. La struttura interna delle pareti, dei soffitti e del basamento assicurano l’assenza di ponti termici, e l’utilizzo del giusto mix di energie rinnovabili permette un risparmio sui costi di riscaldamento e condizionamento fino al 75% rispetto ad una casa in muratura tradizionale di pari metratura
3) Tempi di costruzione
Dimenticate i tempi di costruzione di una casa in muratura tradizionale. Dimenticate anche le incertezze, legate a quei tempi. Con una casa in legno la costruzione della struttura richiede solo poche settimane ..
Complessivamente, dalla soletta del piano terra alla consegna al cliente, una casa in bioedilizia richiede solamente 4/5 mesi. Con tempi e costi certi, garantiti da contratto.
4) Sicurezza
I vantaggi del legno riguardano anche gli aspetti strutturali della casa. Grazie alla sua leggerezza e alla sua flessibilità, infatti, una casa in legno vanta caratteristiche antisismiche eccellenti.
Inoltre, il legno utilizzato per le parti strutturali ha un’elevatissima resistenza al fuoco. Insomma, potrete dormire sonni tranquilli.
5) Valore dell’investimento
Anche il valore dell’investimento parteciperà a rendere i vostri sonni tranquilli, e le vostre giornate serene. I vantaggi in termini di sicurezza, resistenza, valore tecnologico, l’elevata classe energetica (A, A+ o passiva) e la garanzia trentennale partecipano a rendere il valore di mercato di una casa in bioedilizia sensibilmente più alto rispetto ad una casa tradizionale.
bioedilizia

La bioedilizia è l’insieme di accorgimenti che conducono a realizzare costruzioni a basso impatto ambientale, capaci di garantire comfort e benessere senza eguali grazie all’impiego di un ottimo isolamento termico realizzato con materiali naturali, non pericolosi per la salute.
Una delle peculiarità della bioedilizia sta nel fatto che, a parità di spessore delle pareti, riesce a ottenere valori di isolamento termico nettamente superi a quelli garantiti da una tradizionale costruzione in laterizio. Ciò implica una riduzione delle emissioni in atmosfera di CO2 e di altri gas inquinanti oltre all’abbattimento pressoché totale dei costi, per il riscaldamento invernale e per il raffrescamento estivo.
La così detta “casa passiva” riesce a raggiungere un impatto zero sull’ambiente, non richiedendo energia per riscaldare gli ambienti. Attraverso un’attenta progettazione, riesce a sfruttare l’energia proveniente dal sole e quella prodotta al suo interno da elettrodomestici e dalle stesse persone che vi abitano, rinunciando così alla presenza di impianti di riscaldamento.
Oggi siamo già alla casa attiva, cioè, che addirittura rende finanziariamente: producendo più energia di quanto consuma produce un surplus, che “venduto” permette di integrare il “reddito”.
La bioarchitettura può avvalersi delle energie rinnovabili per fornire l’energia termica ed elettrica necessaria. Per il riscaldamento si possono utilizzare i pannelli solari termici ( o collettori solari), gli impianti a biomassa o la geotermia. Per fornire energia elettrica si possono utilizzare i pannelli fotovoltaici, oppure sfruttare l’energia eolica con impianti di mini eolico. Grazie all’utilizzo di queste tecnologie abbinate ed una progettazione attenta si ottengono edifici energeticamente autosufficienti che eliminano le emissioni di gas inquinanti.bioedilizia